Chiamaci al numero: +39 081 757 68 58

In dieci anni il parco circolante è raddoppiato

Valuta questo articolo
(1 Voto)
Scritto da Giovedì, 19 Novembre 2015 01:00;
pubblicato in Curabitur consectetur;

Boom in Italia per le auto alimentate a Gpl e a metano: secondo i numeri del Consorzio Ecogas, elaborati su dati Aci, il parco circolante dei veicoli green è infatti aumentato del 117% in soli dieci anni.

I numeri. Alla fine del 2014, le auto a Gpl o metano (sia di primo impianto che trasformate in after market) erano il 7,76% del totale nostrano. Rispetto al 2005, quando circolavano 1,3 milioni di unità, l'incremento è del 117,52%. Il trend ha avuto un picco fino al 2010, ma è continuato anche in anni recenti: nel 2013, infatti, le vetture green erano il 7,35% del totale. Oggi, le auto alimentate a Gpl superano i 2 milioni, servite da 3.650 stazioni, mentre il metano ha superato le 833 mila unità, con circa 1.050 distributori.

La classifica. La Regione più interessata a livello percentuale è l'Emilia Romagna (17,29% del parco circolante), seguita da Marche (16,73%), Umbria (10,95) e Veneto (10,17%), mentre in termini assoluti la classifica vede ai primi posti l'Emilia Romagna (476 mila vetture), seguita da Lombardia (quasi 362 mila veicoli) e Veneto (303 mila). Seguono Campania, Piemonte, Lazio e Toscana, tutte sopra quota 200 mila unità.

Le auto più inquinanti. Di fronte a questa "esplosione" green, per lo più determinata dagli evidenti vantaggi economici garantiti da questo tipo di alimentazioni, resta elevato il numero di auto a benzina inquinanti: secondo il Consorzio Ecogas, oggi le vetture Euro 0, 1, 2 e 3 sono infattii il 59% del parco circolante. "Molte di queste auto – osserva il presidente Alessandro Tramontano - potrebbero ridurre il proprio impatto ambientale ricorrendo alla trasformazione a Gpl o a metano in after market, nella quale il nostro Paese eccelle nel mondo".

Fonte: Quattroruote.it

Login per inviare commenti